Case Personalizzati per Camera Trap

Recensione Case personalizzati per Reolink e Camera Trap

Indice dell'articolo

I furti delle nostre amate fototrappole sono da sempre un tasto dolente di tutti noi appassionati di fototrappolaggio. Purtroppo, questa pratica è molto diffusa in particolare sui sentieri e zone trafficate da molte persone.

Ma se il furto ha come oggetto una reflex, che viene installata per realizzare foto altamente suggestive, comporta un danno da svariati migliaia di euro.

Inoltre, questo tipo di macchine non hanno una protezione impermeabile dall’acqua, quindi, necessitano di un case che le protegga da malintenzionati e dalla pioggia.

Per prevenire i furti si possono mettere in campo lucchetti, cavi d’acciaio e box metallici. Questi ultimi però sono fatti di solito con metallo scadente che facilmente si può rompere.

Inoltre, non esistono box metallici adatti per tutte le fototrappole e diventa veramente complicato per molti modelli trovarne in commercio.

Che cos’è un Case Personalizzato

La soluzione pensata da Ettore Centofanti di CO.M.I.TEL. Srl  è veramente interessante: realizzare dei case personalizzati resistenti all’acqua e che siano particolarmente robusti e con appositi lucchetti dedicati anche sicuri.

Partiamo dalla base, Ettore utilizza dei contenitori prodotti in Italia da Explorer Cases/GT Line, che li produce per usi militari, industriali per ambienti estremi . Questi case hanno una tenuta incredibile e possono resistere anche al morso di uno squalo.

Il case si presta così per essere adattato per diventare il contenitore per una reflex o una videocamera o anche una Remot Eye o Reolink.

Anche le elettroniche dei sensori remoti si possono mettere in case più piccoli per realizzare quindi un sistema integrato protetto da pioggia e furti.

Il contenitore, quindi, è waterproof molto robusto con valvola di sfogo e fori per lucchetti di sicurezza fino a 8mm.

Vengono prodotte in valigie in polipropilene e si possono  avere in varie dimensioni già predisposte per la propria Camera Trap in due versioni Camera Trap C ( con sensore Pir esterno)  e Camera Trap B ( con sensore Pir ed elettronica frontale interna)

I case vengono lavorati internamente  per ospitare la boccola delle ottiche fino a diametri di 78 mm, viene praticato anche un vano per il flash della reflex  che viene fissata su una staffa in acciaio inox, successivamente vengono inserite varie prese a connettore per collegamenti esterni e viene realizzata una staffa posteriore per fissaggio a supporti naturali e cavalletti.

Naturalmente il cavo in uscita può essere sistemato sia verticale che orizzontale.

Per maggiori informazioni potete scrivere una a ettore.centofanti@comitel.net o visitare il sito web di Ettore Centofanti.

Case personalizzati per Camera Trap

Grazie per la lettura e buon fototrappolaggio

Condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ti potrebbe interessare:

Rimani in contatto