Etologia: lo studio del comportamento animale

Etologia: lo studio del comportamento animale

Tabella dei Contenuti

Nella seconda metà del Novecento si è sviluppato lo studio del comportamento animale, inizialmente con ricerche teoriche che mano a mano si sono raffinate e sono diventate sempre più precise. Le strategie di studio si sono adattate all’animale personalizzando così l’approccio e migliorando i risultati finali.

Il libro del Professore Ettore Ruberti ripercorre tutte le tappe dell’Etologia e analizza tutte le difficoltà che i ricercatori in questi decenni hanno dovuto affrontare studiando appunto il comportamento degli animali.

Dalla realizzazione di un metodo di ricerca scientifico, all’impossibilità di studiare alcune specie nel loro ambiente naturale, fino all’analisi dei migliori strumenti per “registrare” i comportamenti degli animali: dal classico taccuino, fino alle sofisticate videocamere digitali con microfoni ambientali.

Dai primi studi di Konrad Lorenz molti passi sono stati fatti studiando gli animali e in pochi decenni si sono teorizzati i fondamenti metodologici che hanno reso l’Etologia una disciplina scientifica a tutto tondo.

Il Professore Ettore Ruberti ci porta in un viaggio emozionante alla scoperta dei comportamenti segreti di prede e predatori come il Lupo, la balena fino ai sistemi per ingannare i predatori propri di alcune farfalle, api o pesci.

Il libro prosegue spiegando i comportamenti sociali e riproduttivo di animali incredibili come i Primati, il Cuculo o gli Scorpioni e termina con l’analisi della lotta e dell’ecoetologia alimentare tra le diverse specie di animali.

A mio parere il libro del Professore Ettore Ruberti è un affascinante approfondimento, alla portata di tutti, su un tema molto caro: il comportamento degli animali. Molto consigliato per chi ama la natura e i suoi capolavori.

Clicca qui per vederle l’anteprima su Amazon.

Buona lettura e buon fototrappolaggio!

Condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ti potrebbe interessare:

Rimani in contatto